Contattaci: +39 02 55186649
E-mail: segreteria@verifiche.info

Servizi per gli istituti di vigilanza

Con l’ultimo decreto del Ministero degli Interni sono richieste certificazioni e attestati specifici

Istituti di vigilanza

Con l’ultimo decreto del Ministero degli Interni sono stati definiti nuovi requisiti e caratteristiche per gli istituti di vigilanza e per i loro servizi. Questi, infatti, per poter operare devono ottenere il rilascio, da parte di un Organismo di certificazione accreditato ai sensi del Regolamento n. 765/2008, del certificato di conformità dei propri servizi, impianti e professionisti agli standard internazionali di riferimento; in particolare:

  • UNI 10891:2000 "Servizi - Istituti di vigilanza privata – Requisiti”, per l’istituto di vigilanza e relativi servizi;
  • UNI CEI EN 50518-1-2-3:2014 "Centro di monitoraggio e di ricezione di allarme”, ex UNI 11068:2005 per le centrali operative e di telesorveglianza;
  • UNI 10459:1995 "Funzioni e profilo del professionista della security aziendale", per la certificazione della figura del Professionista della Security Aziendale.

Gli Organismi di certificazione, dal canto loro, in funzione dell'attività di certificazione effettuata, devono risultare accreditati in conformità ai seguenti standard internazionali:

  • UNI CEI EN ISO/IEC 17065 (prodotto) per la certificazione degli istituti di vigilanza e dei relativi servizi ai sensi della norma UNI 10891;
  • UNI CEI EN ISO/IEC 17065 (prodotto) per la certificazione delle centrali operative e di telesorveglianza ai sensi della norma UNI CEI EN 50518; 
  • UNI CEI EN ISO/IEC 17024 (personale) per la certificazione dei professionisti della security ai sensi della UNI 10459.

Per questo abbiamo definito una serie di servizi specializzati al suddetto decreto, in particolare:

  • audit di verifica per: la valutazione rispetto ai requisiti del Decreto 115/2014
  • conformità alla norma UNI 10891:2000
  • conformità alla norma UNI 50518-1-2-3:2014
  • conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008

Audit in Italy emette, in caso di esito positivo un report di conformità ai suddetti requisiti (anche per singola norma). La cosa importante da ricordare è che Audit in Italy ha molti auditor specializzati nel settore degli istituti di vigilanza, per questo le verifiche sono veramente efficaci e l’approccio operativo e semplice.

Per ogni informazione o per un preventivo sul nostro servizio di auditing indipendente inviate una e-mail (segreteria@verifiche.info)

Nota: Decreto del Ministro dell'Interno n. 115 del 4 giugno 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 19 agosto 2014, in vigore dal 3 settembre 2014, "Regolamento recante disciplina delle caratteristiche e dei requisiti richiesti per l'espletamento dei compiti di certificazione indipendente della qualita' e della conformita' degli istituti di vigilanza privati, autorizzati a norma dell'articolo 134 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, e dei servizi dagli stessi offerti. Definizione delle modalita' di riconoscimento degli organismi di certificazione indipendente".

News

  • 13/09/2019

    Linee guida videosorveglianza del Comitato Europeo per la protezione dei dati: primi commenti

    Il Comitato è intervenuto allo scopo di delineare un quadro omogeneo in tema di video sorveglianza
  • 26/06/2019

    La Privacy in Condominio: linea guida per la gestione

    Istruzioni operative agli amministratori condominiali
  • 31/05/2019

    Welfare aziendale: fornitura e servizi alla persona: nuova prassi di riferimento

    Il 30 maggio è stata pubblicata la prassi di riferimento 58 in materia di welfare aziendale
  • Archivio news

In primo piano

  • Certificazione e fiere

    Il settore fieristico, determinante per lo sviluppo dell'economia italiana, sta avendo un notevole successo e riscontro anche in materia di “certificazione”. L’argomento è oggi però da inquadrare in uno scenario che si sta muovendo in direzioni ben specifiche e sta ca...
  • Altri approfondimenti