Contattaci: +39 02 55186649
E-mail: segreteria@verifiche.info

Prassi UNI contro il bullismo e il cyberbullismo: cosa dobbiamo sapere

La prima linea guida certificabile, nata dalla collaborazione tra UNI ed ACCREDIA

A settembre 2018 è stata pubblicata la Prassi di Riferimento 42 del 2018: la prima linea guida certificabile, nata dalla collaborazione tra UNI ed ACCREDIA, che affronta il tema del bullismo nella scuola di ogni ordine e grado e in tutte le attività assimilabili alla scuola (ad esempio, centri di formazione professionale, centri diurni, convitti, centri giovanili, centri sportivi, centri ricreativi e così via) e, in generale, a tutte le organizzazioni rivolte ad utenti minorenni.

La Prassi fornisce alle organizzazioni interessate le linee guida per applicare in modo efficace le prescrizioni di legge sul bullismo e sul cyberbullismo, individuare i rischi potenziali e mitigarli, comunicare con efficacia all’esterno le proprie strategie antibullismo, rafforzare la fiducia delle famiglie e della società nei confronti delle scuole e delle organizzazioni che ospitano minori e favorire un approccio multidisciplinare al contrasto del fenomeno, tenendo conto anche del rischio legale per i vari operatori che lavorano a contatto con minorenni.

L’applicazione della prassi e l’eventuale “certificazione antibullismo” consente infatti di dare dimostrazione, anche in caso di contenzioso, dell’impegno e delle misure messe in atto per prevenire questo rischio e di dimostrare la due diligence della dirigenza scolastica.

Come funziona?

Per esempio la scuola che applica la prassi dovrà adottare un documento nel quale si impegna a definire e attivare tutte le misure di prevenzione e di contrasto del bullismo, compresa la vigilanza sugli alunni all’interno dell’ambiente scolastico e negli spazi esterni. All’inizio di ogni anno scolastico l’istituto dovrà adottare un piano con le azioni che prevede di attivare per migliorare la capacità di prevenzione e contrasto del bullismo, da pubblicizzare in una sezione dedicata del proprio sito web. Non andrà tralasciata, infine, la formazione di tutto il personale, che dovrà sottoporsi periodicamente ad audit, sia programmati che a sorpresa, in grado di individuare eventuali situazioni critiche e lo stato di attuazione delle misure prese.

Quali sono i principali vantaggi di una certificazione in accordo alla PdR42:2018?

Le organizzazioni o istituti potranno ottenere una certificazione indipendente di parte terza sull’efficacia, così da poter dimostrare l'adozione e la realizzazione delle misure antibullismo: un’opportunità, spiegano Uni e Accredia, che «rappresenta una novità assoluta nel panorama delle certificazioni in Italia e nel mondo».

Audit in Italy può fornire supporto alle organizzazioni che decidano di certificare il loro Sistema di Gestione Antibullismo. Contattaci per saperne di più: segreteria@verifiche.info

 

News

  • 01/07/2020

    Il fenomeno della responsabilità Sociale d’Impresa

    Cresce l'investimento da parte delle Aziende italiane in azioni di CSR. Ricevi informazioni sul nostro corso e-learning
  • 16/06/2020

    Certificato “Allsafe” per l’Hotel Mercure.

    Piano di rilancio post-covid all’insegna della sicurezza
  • 11/05/2020

    Covid-19 e certificazioni in scadenza:cosa accadrà

    Decisione dell'IAF per la proroga automatica della validità di tutti i certificati sistemi di gestione
  • Archivio news

In primo piano

  • Le Dichiarazioni Etiche: opportunità e formazione

    La norma internazionale ISO 17033 contiene regole e requisiti per lo sviluppo delle dichiarazioni etiche e delle eventuali informazioni e dati a supporto delle stesse. Una norma molto attesa perché fa chiarezza su argomenti veramente nuovi quali, per fare alcuni esempi, Plastic Free, Km Zero ...
  • Altri approfondimenti